Categorie
Sapori (ricordi e desideri) Senza categoria

mia madre e magnum pi

presto scriverò una mail per dirgli che non lo amo più

Non vedo mia mamma da qualche settimana, ma mi è capitato sotto mano un appunto scritto tempo fa.

Mi ha fatto sorridere.

Lo riporto pari pari.

oggi day off


La mia giornata inizia con un acquazzone,
seguito da un arcobaleno, ogni volta penso che guardare un arcobaleno sia straordinario. Un fenomeno buffo se ci si pensa, opera dei raggi solari quando giocano con le gocce d’acqua sospese nell’atmosfera. Quando vedo un arcobaleno mi torna in mente una vecchia canzone di Cindy Lauper, che parla di rainbow, che invita a essere sempre sé stessi, al di là degli schemi e dei modelli che la società ci impone. La canzone è ovviamente True Colors ed esorta a uscire dalla paura, dall’oscurità che a volte sentiamo dentro e mostrare chi siamo senza timore.

But I see your true colors
Shining through
I see your true colors
And that's why I love you
So don't be afraid to let them show
Your true colors
True colors are beautiful
Like a rainbow

la camera del figlio

Non è il titolo di un film, ma è la pura realtà: ho fatto le pulizie di routine, il folletto, la raccolta differenziata e poi ho affrontato la stanza di mio figlio che cominciava a sembrare una discarica. Entrare in camera del mio animale domestico junior è sempre una scoperta. Tutto è in ordine sparso, libri, Winnie the Pooh, l’armadio con 120 paia di calzini multicolore, le magliette colorate e quelle bianche per lavorare alla scuola vela. Casino, caos, disordine: esattamente come nella mia stanza. Come posso sgridarlo ed obbligarlo a riordinare se io sono peggio di lui???

Dopo aver passato l’aspirapolvere ho pensato che non sarebbe sano trascorrere il mio giorno libero a fare pulizie quindi sono partita per andare da mia mamma. Ho impiegato quasi due ore per percorrere 50 km ma sono arrivata in tempo per pranzare. La mia vecchia ciabatta era in forma.

pranzare da mia mamma

La Rossana ha preparato degli spaghetti come solo le mamme sanno cucinare, gustosi conditi e con un sugo di pomodoro insaporito dalle acciughe
(quando si va dalla mamma bisogna dimenticare il colesterolo i trigliceridi e qualunque tipo di dieta).

Quando sono lì da lei mi piace dimenticare per qualche ora di essere una donna anagraficamente adulta, mi piace lasciarla fare e sentire le sue premure. Una tantum ci sta.

Poi però il mio temperamento solare/lunatico prende il sopravvento, mi serve spazio, ossigeno e rifiuto ogni tipo di “coccola”.

Sono fatta così, che ci posso fare?

Con mia madre ci si vede di rado quindi ci sono sempre mille cose da dire e si finisce solitamente a parlare del passato, dei ricordi comuni.

un giorno io sposerò…

Oggi mi ha ricordato uno dei miei grandissimi amori, l’unico uomo che da ragazzina avrei voluto sposare: Tom Selleck! Nel 1985 una sedicenne Clizia Gurrado scrisse un libro in cui, oltre a confessare il suo amore, dichiarava di voler sposare Simon Le Bon. Io ben prima di lei, dicevo che avrei sposato Magnum PI. Ne Cliza né io siamo riuscite nel nostro intento.

Magnum ❤ e la Ferrari 308 GTS

Fino a che non mi sono innamorata di Luca, papà dei miei animali domestici, ero certa che sarei diventata la signora Tomselleck!

Ero pazza di Lui: avevo poster in camera, conservavo ritagli di giornali e riviste, articoli, cuoricini a profusione sul diario.

Tom (Magnum PI) era il mio sogno, il mio idolo, mi accendeva i sensi e mi provocava l’ormonellosi…
Mia mamma ogni volta che vede in TV un episodio di Magnum, mi manda un messaggio per dirmi che mi pensa e che “El Xe proprio un bel’omo”, mia mamma ha buongusto, siamo di famiglia! ahahahaaha

e Fellini?


Mia madre mi ha anche perculata raccontandomi che da ragazzina continuavo a dire di voler conoscere il grande regista Federico Fellini. Io ero certa che mi avrebbe voluta in uno dei suoi film, visionari, pieni di personaggi veri e buffi e storti e imperfetti come mi sentivo io (e continuo a sentirmi tale). Tra le tantissime attrici che hanno preso parte ai film capolavoro del “maestro” avrei voluto esserci anche io.

Ma SIGH Fellini è morto prima che io potessi incrociarlo. Non me la sono presa, ho capito che il fato aveva deciso che non avrei fatto parte di quel carrozzone di meravigliosi esseri umani che il regista di Rimini ha saputo raccontare.

Sabrina e Audrey

La mamma poi mi ha ricordato, ancora una volta, che mi chiamo Sabrina in onore del personaggio impersonato da Audrey Hepburn in un vecchio film del 1954. Dalla straordinaria Audrey ho ereditato il nome: mia madre desiderava una figlia che somigliasse a quella dolcissima attrice, bella raffinata ed elegante, e sono nata io.
La mamma non mi ha mai detto di essere rimasta delusa, ed io credo che non ci sia rimasta troppo male! Di Audrey Hepburn ho la misura delle scarpe: il 41 è già qualcosa no?

i ricordi e la memoria

Tra un pasticcino ed un aneddoto abbiamo rivissuto giorni indimenticabili, ricordi,
canzoni, persone, un viaggio condiviso in un passato ancora presente!
Che bella giornata! Al ritorno ho anche incrociato un altro acquazzone ed impiegato altre due ore circa per tornare a casa, ma non me ne sono accorta, ho ricominciato a pensare a Magnum Pi.

Salendo verso San Zeno per evitare code sulla Gardesana, con la primavera che si mostrava in tutta la sua magnificenza, ho goduto prima dello splendore del sole, poi della forza incontrollabile dello scroscio primaverile. Avevo i finestrini spalancati (quando non pioveva) ed annusavo l’aria, come un cane da trifola. Meraviglioso, cantavo a squarciagola!!

Meraviglioso!!! 
Ma come non ti accorgi 
di quanto il mondo 
sia meraviglioso 


Sono arrivata a casa ed ho pensato che appena avrò un attimo di tempo cercherò su Google l’indirizzo di Tom e gli scriverò una mail per dirgli che non lo amo più,
sono una donnina educata io!

4 risposte su “mia madre e magnum pi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...