Categorie
Versi

dodici Donnine

“Dodici monelle che fanno paura e affascinano, perché stravolgono le regole del vivere comune.”

Andrea è un uomo che non conosco, ma che seguo sui social da anni; è amico di amici REALI, ha un animo delicato, raffinato e tenero, seppur maschio e virile. E’ un lettore, curioso e qualche settimana fa ha consigliato un libro che mi ha attratta fin dal titolo:

Quella sporca donnina” di Lia Celi.

Dodici donnine che dalla strada e dalla camera da letto hanno fatto la Storia.

Dodici regine della notte, cortigiane, filosofe, lucciole, cocottes, amanti, puttane, letterate, scarlet ladies, meretrici, filles de joie, poetesse, escort, spadaccine, femmine…

Dodici donne dalla Gerico della Bibbia alle strade luccicanti di Hollywood, dalla Grecia Antica a Venezia, passando per Parigi e Berlino, seducono re e generali, conquistano città, salvano il prossimo, scrivono bestseller, diventano milionarie.

Dodici monelle che fanno paura e affascinano, perché stravolgono le regole del vivere comune.

Dodici ragazzacce che tentano disperatamente di cambiare la propria vita, cercano un’ascesa sociale e la trovano grazie alla loro intraprendenza ed al loro essere disposte ad infrangere le regole ed a sovvertirle.

Dodici racconti di prostitute, dodici Bocca di rosa pronte a tutto pur di decidere del proprio destino.

Dodici ritratti di donne consapevoli del proprio valore, eroine moderne e spregiudicate che hanno saputo piegare con irriverenza il mondo ai loro sogni.

Dodici storie così stranamente vicine a noi, nelle aspirazioni e nei desideri.

Dodici donne appassionate e vive.

Che altro dire? da leggere!

Ho provato a decidere chi fosse la mia preferita, ma sono tutte mie preferite, in un modo o nell’altro.

Sempre libera degg’io
Folleggiare di gioia in gioia,
Vo’ che scorra il viver mio
Pei sentieri del piacer…

Quest’aria mi ricorda Patrizia una compagna del liceo: mentre io impazzivo per gli Spandau Ballet lei canticchiava “sempre libera degg’io….”. Lei è sempre stata geniale, lo è anche adesso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...