Categorie
Sapori (ricordi e desideri)

Come funziona la morning routine?

“in medio stat virtus” ma per arrivare al “medio” si deve ondeggiare un po’

Breve introduzione, semiseria, alla morning routine!

La fissa della “morning routine” mi è venuta ad agosto quando dentro di me scalpitavo per riprendere a fare le mie amate camminate e nel contempo gigioneggiavo perché pensavo che avrei dovuto sacrificare un po’ di sonno.

In quei giorni i social erano invasi dalle immagini di Jennifer Lopez e Ben Affleck in Italia: belli, innamorati e paparazzati.
Girava anche un video di Jlo che si svegliava la mattina con una faccia bella liscia uguale alla mia (ma quando avevo 15 anni); la Jenny from the block dava il merito della sua strepitosa e levigata bellezza:

  • a una serie di creme-cremine che ogni giorno usa spalmarsi in viso
  • a vari esercizi fisici seguita da un personal trainer (è snodata come la Nadia Comăneci)
  • a un’alimentazione sana e leggera (niente pizze, gelati, salse e patatine fritte)
  • a una vita regolare con tante ore di sonno…

sigh!

Dopo pochi giorni c’è stata la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica organizzata dalla Biennale di Venezia. E ancora i social erano bombardati da interviste alle bellissime dive, ed ognuna aveva il suo segreto di bellezza, qualcuna raccontava la “sua morning routine” ed io allora mi sono detta:

chi sono io per non avere una “morning routine“?

Ho deciso perciò di fare tutti giorni qualcosa di utile per mia salute e per il mio benessere psicofisico,
almeno la mattina! 😉

La “mia morning routine” inizia la sera.
A cena cerco di non mangiare cibi pesanti, dalle 20,30 in poi non mangio più niente e vado a letto abbastanza presto.
La mattina invece:

  • mi sveglio alle 6.00
  • mi stiracchio come un gatto
  • faccio un po’ di esercizi di allungamento (credo siano gli stessi che fanno quelli che abitano nel palazzo di fronte a casa mia *)
  • lentamente preparo un caffè
  • lo verso nella mia tazza preferita
  • lo bevo sul terrazzo mentre annaffio le mie piante

*io vivo di fronte ad una residenza per anziani 🙂

Ricapitolando:
mi sveglio, faccio una specie di risveglio muscolare geriatrico, bevo il caffè mentre son fuori ad annaffiare i fiori, ascolto il silenzio, esco e sento il risvegliarsi del villaggio.
Faccio sempre lo stesso giro, alla stessa ora, ma ogni volta quel che vedo mi appare diverso.
Dipende dalla luce e dalla stagione. Eppure me ne innamoro, ogni giorno, inesorabilmente.


Durante le mie passeggiate mi ricarico e sogno,
mi ricarico e penso,
mi ricarico e pianifico,
mi ricarico e godo il momento.

Senza star qui a spiegare per filo e per segno le mie bizzarre abitudini, ho voglia di consigliare a tutti di trovare la “propria morning routine“, che sia una passeggiata, una serie di esercizi, una pedalata sulla cyclette, un saluto al sole, le capriole sul tappetino da yoga, una nuotata in piscina o un’ora di palestra, uscire in barca o in kite, fare jogging, leggere un libro, ascoltare le news, pregare, accompagnare i figli a scuola e poi bere un caffè in compagnia, far l’amore, meditare oppure non fare niente ma farlo consapevolmente (non tutti amano muoversi e fare esercizi, ci sono anche gli statici).


Per me la “morning routine” dovrebbe entrare nelle abitudini imprescindibili di ogni essere umano, iniziare un nuovo giorno facendo qualcosa che fa bene all’anima (e quindi anche al corpo).

La “mia morning routine” è molto molto precisa, non sgarro mai, è un modo per mettermi alla prova e per tener fede alla parola data a me stessa: non voglio deludermi!
Insomma, si capisce chiaramente che il mio problema non è la “morning”,
è il resto della giornata che mi frega!

POST SCRIPTUM 1

Heilà, sono tornata!
Beh, non che fossi andata chissà dove.
Ero sempre qui, a Malcesine, facendo spola dal negozio (NSG Concept Store) a casa e viceversa.
Nei due mesi “silenziosi” sono successe tante cose, tanto lavoro, tanti turisti, tantissime belle energie.
Ho ripreso a fare la camminata della mattina, grazie ai “miei” fisioterapisti che mi hanno aiutata a guarire e grazie anche ai massaggi della “mia” massaggiatrice.
Mi sento bene, sciolta, dinamica, potente e tonica, per quanto possa essere tonica una donna di 54 anni in sovrappeso!

Le mie passeggiate del mattino mi stanno aiutando tantissimo a mantenere l’equilibrio. Il lago riesce a tirare fuori la mia parte romantica e “stabile”.
Penso che sia fantastico l’equilibrio, ma penso che senza “alti e bassi” non riconoscerei la meraviglia dello star bene. Certo “in medio stat virtus” ma per arrivare al “medio” si deve ondeggiare un po’.
Per me è così.

testa e nuvole
la testa tra le nuvole

POST SCRIPTUM 2

Mi fa piacere un tuo commento e mi fa piacere se condividi il post!!
Grazie!

POST SCRIPTUM 3

Su consiglio di una cara amica mi sono abbonata al Post ed al podcast MORNING, quindi ogni mattina anche io ho la mia
Morning Morning Routine!”, passeggiata e informazione!

18 risposte su “Come funziona la morning routine?”

anch’io una “morning routine”, ma non renderà mail bello e neanche giovane 😉
Parlando di morning routine (e di abitudini in generale)… dai un’occhiata a:
https://www.amazon.it/Atomic-Habits-Proven-Build-Break/dp/1847941834
https://www.amazon.it/Pensieri-lenti-veloci-Daniel-Kahneman/dp/8804736127/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=118DD56V5010T

magari in audiobook così puoi combinare le passeggiate con il leggere 😉

Piace a 1 persona

Cara Sabri, che bello leggerti !! Anche la mia
Morning routine inizia con una passeggiata anche se vorrei avere il tuo lago anziché la mia bassa reggiana…ma vabbè, non si può sempre avere tutto nella vita!! Un bacio ed un abbraccio grande!!

Piace a 1 persona

Ciao Cucciolo di ruspa, ben tornata! La parte della mia “morning routine” che più mi piace e’ quando riesco a salire a piedi in negozio, e tu conosci la scalinata in questione, e becco uno Stromboli sexy e capriccioso da fotografare 😊 E comunque penso sia meraviglioso, rigenerante, rilassante aprire una giornata con uno panorama naturale che può solo riempirti gli occhi e soprattutto lo spirito,come il “tuo” splendido lago e il mio Stromboli, quando però non se la “tira “troppo e si concede un po’ 😊

Piace a 1 persona

La mia “morning routine” è più stile Fantozzi: in mezz’ora mi lavo, colazione, denti, rifare il letto, vestirsi e partire per andare al lavoro 🙂 Condivido invece l’abbonamento al Post, solo che Morning me l’ascolto la sera prima di addormentarmi. Ti consiglio di ascoltare anche gli altri odcast del Post (ma l’avrai già fatto). Altro podcast bellissimo è Veleno, di Repubblica. C’è anche la serie TV su Amazon Prime. besos!

Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...