Categorie
Sapori (ricordi e desideri)

les petites madeleines

…Ricordo il giardino immenso pieno di olivi e di cipressi, il tasso e le aiuole selvagge come piacevano a mio nonno e le sue rose stupende…

Poco fa, tornando verso casa tra gli ombreggiati vicoli ciottolati del mio paesello,

ho sentito il profumo del tabacco di una pipa.

Niente come un profumo o una musica riesce ad accendere i ricordi..

In pochi istanti son tornata bambina,

in quella che, sempre e per sempre, sarà la MIA unica indimenticabile casa:

Villa Elena;

in pochi istanti mi sono vista col grembiulino bianco da cameriera, alta poco più del tavolo che 

“servivo”;

in pochi istanti ho rivisto mio padre mio nonno e mio zio sotto la veranda col tetto d’edera, tutti e tre con la giacca bianca splendente, i pantaloni neri, la camicia bianca ed il farfallino;

in pochi istanti ho visto mia nonna e mia madre alle prese con la sfoglia per preparare ogni giorno

tortellini freschi, tagliatelle e lasagne al forno;

in quei pochi istanti ho rivisto la mia infanzia,

popolata di gente, di parole, di liti  

( in tutte le famiglie serie si litiga ),  

colorata di turisti, di ragù e di pesce, 

la mia infanzia gioiosa passata nell’albergo-ristorante della mia famiglia.

Ricordo il giardino immenso pieno di olivi e di cipressi,

il tasso e le aiuole selvagge come piacevano a mio nonno,

e le sue rose stupende. 

Sento le voci dei cani che a turno hanno “guardato” la villa, il loro abbaiare, e le urla di mia nonna o di mio nonno per farli zittire;

e poi il recinto dei conigli,

l’indimenticabile odore misterioso e antico della cantina piena di vini, liquori cianfrusaglie e topi.

Ricordi usciti a schizzo dalla memoria, 

niente di ordinato, ricordi a caso!!

Mio nonno Giannino fumava la pipa;

mio nonno paterno ( l’unico che ho conosciuto ) era stravagante,

caciarone, allegro, solare, affascinante, donnaiolo e pieno di idee,

sempre impeccabile e stiloso, ci teneva ad essere sempre elegante;

mio nonno fumava la pipa e la sera, dopo una giornata di lavoro,

si sedeva in veranda, accavallava la gamba e dondolando il piede fumava con lo sguardo altrove…

io oggi l’ho rivisto così!

Grazie turista ignaro,

grazie per questo regalo che mi hai fatto..

ho incrociato il profumo della tua pipa e sono tornata bambina!

CUCCIOLODiRUSPA | Le mie Moma, le ombre ed i ricordi…

Una risposta su “les petites madeleines”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...